Visite guidate del Centro Storico
 

Itinerari turistici ad Agrigento. Visite guidate professionali

Visitate la provincia di Agrigento. I monumenti e la storia della nostra provincia con le guide autorizzate di Agrigento

Guide turistiche autorizzate della Valle dei Templi - Agrigento

Guide turistiche di Agrigento e della Valle dei Templi. Prenotate con noi la vostra visita guidata storico-monumentale
Prenotate nella Valle dei Templi di Agrigento il vostro hotel

PORTO EMPEDOCLE


Popolazione: 18.000 abitanti ca.

Distanza da Agrigento 7 Km .

La parte bassa è a pochi metri slm, mentre l'Altipiano della città (Altopiano Lanterna) è tra 50/80 metri circa slm. La superficie complessiva è di Kmq. 23,99. La sua fondazione risale ai tempi dei Greci, intorno al 409 a.C., e si chiamava "Il Caricatore di Akragas". Anche i Romani se ne occuparono, ma nel periodo dell'invasione dei barbari viene trascurato. Con la venuta degli arabi "Il Caricatore di Akragas" fu migliorato e ristrutturato, e con la venuta dei Normanni nel 1090, godette di un periodo di splendore dovuto al fiorente commercio marittimo e militare. Ma fu nell'anno 1477 che raggiunse l'apice dell'attività commerciale, tanto da ricevere un attestato di merito da parte del re Giovanni, figlio di Federico I, come migliore e più attivo Caricatore del Regno. Nel 1749 furono iniziati importanti opere di allungamento di tre bracci del porto, ed i lavori vennero portati a termine solo nel 1763. I veri protagonisti del progresso del "Caricatore" furono i Borboni che dal 1816 al 1859 continuarono l'opera di miglioramento. In seguito, nonostante il porto fosse il più importante e trafficato della Sicilia, attraversa un periodo di declino non essendone curata la manutenzione. Intanto la popolazione era aumentata a dismisura, tanto che gli abitanti chiesero la separazione da Girgenti per divenire comune autonomo, e, dopo un periodo di grandi contrasti con il capoluogo, finalmente il 1 Gennaio 1851 il sobborgo venne elevato a "Decurionato" col nome di "Molo di Girgenti". Ma tale decisione, emanata da Ferdinando II, non fu soddisfacente per i Molesi che dovevano anche così ancora sottostare al Comune di Girgenti. Dopo un incontro tra i Molesi ed il Re Ferdinando II, questi emise un decreto che sanciva definitivamente la separazione tra Girgenti e la Borgata del Molo a partire dal 1 Gennaio 1853.Il secondo obiettivo da raggiungere una volta ottenuta l'autonomia era quello di cambiare la denominazione di Molo di Girgenti, ma per ciò i Molesi dovettero attendere un altro decennio. Solo con l'avvento del Governo di Vittorio Emanuele II Re d'Italia si arriva all'obiettivo. Approfittando infatti di un decreto ministeriale che nel 1862 invitava i Comuni della Sicilia a procedere ad una nuova denominazione onde evitare confusione ed equivoci per la somiglianza che i nomi di molti comuni avevano tra loro. Il 9 Luglio 1862, il Sindaco riunisce il Consiglio Comunale dove si approva il cambiamento della denominazione da "Molo di Girgenti" in quello di "Porto Empedocle" in omaggio al filosofo agrigentino; ed infine con R.D. N. 12 del 4 Gennaio 1863 venne assunto definitivamente il nome di Comune di Porto Empedocle.

top

 
Home
Le guide turistiche 
Le visite guidate 
Da sapere 
Info 
Eventi 
L'album 
Dicono di noi 
Le Guide in Italia 
Le Guide nel mondo 
Partners 
Contact