Il Centro Storico di Agrigento
 

Guide turistiche Agrigento

Le guide turistiche di questo sito sono abilitate dalla Regione Sicilia. Escursioni turistiche a Bivonacon le guide turistiche di Agrigento

Visite guidate Agrigento

Visitate con noi la provincia di Agrigento. Itinerari turistici storico-monumentali di Agrigento solo con le guide turistiche che trovate solo in questo sito

Il suo territorio si estende su una superficie di 8860 Ha e confina con i Comuni di Alessandria della Rocca, Lucca Sicula, Cianciana, Ribera, Calamonaci e Palazzo Adriano. La città, che conta 5000 abitanti, circa è attraversata dai fiumi Magazzolo e Alba. La temperatura oscilla tra i 5 C° e i 18 C° d'inverno, ed i 20 C° ed i 35 C° d'estate. Bivona è conosciuta per la sua gustosissima "Pescabivona" che costituisce uno dei principali prodotti dell'economia locale. Il primo documento storico relativo all'abitato risale al 1160 ca., epoca in cui era un casale abitato da Musulmani che lasciarono che lasciarono tracce evidenti nel dialetto e nella toponomastica locale. Il paese fu infeudato alla fine del '200. Passata in feudo dai Chiaramonte ai Peralta e, nel '400 ai Luna, la città venne coinvolta nella contesa che nei secoli XV e XVI oppose le famiglie dei Luna e dei Perollo e che si concluse sanguinosamente nel 1529 col famoso Secondo Caso di Sciacca. Dopo un periodo di floridezza, iniziò nel '600 per Bivona una lenta decadenza economica e demografica, in cui ebbe gran peso la fondazione di molti centri abitati nelle sue vicinanze. Nel 1818, abolita la feudalità, Bivona venne prescelta come capoluogo di Distretto, e dal 1927 fu sede di sottintendenza e poi di sottoprefettura, divenendo un importante centro amministrativo per altri 12 comuni dell'entroterra agrigentino. Una delle maggiori risorse è rappresentata dall'agricoltura, ed in special modo dalla coltivazione della già citata "Pescabivona". La superficie dei pescheti e'di circa 2000 acri, in cui le piante si sistemano a quadrato o a rettangolo. Ogni pianta produce tra i venti e i quaranta chili e la produzione annua della zona è di circa 2.500 tonnellate. Da più di un trentennio questo frutto è presente a Bivona con proprie caratteristiche. Infatti i terreni permeabili, neutri, in parte tendenti all'argilloso ed in parte al calcareo, ed il clima mite temperato hanno favorito la diffusione della pianta.

Popolazione: 5.100 abitanti ca.

Distanza da Agrigento: Km. 65. Altezza 503 m. s.l.m.

top


Le feste religiose

LA FESTA DI SANTA ROSALIA

Mese di settembre

"Sin dalla fine del '400, ogni anno a Bivona viene celebrata, il 14 Settembre, la festa in onore di Santa Rosalia, patrona del paese. Nei tempi passati il 2 Settembre, sfilava per tutto il percorso della processione "la fiaccolata"..., portata dalla Confraternita di S. Rosalia, i cui componenti indossavano un saio bianco con cappuccio..., ornato di una fascia azzurra che terminava con l'immagine della Santa racchiusa in una cornice. La vigilia della festa, a mezzogiorno, veniva portato in processione la reliquia della Santa dalla Chiesa Madre a quella di S. Rosalia. 114 Settembre avveniva la processione del fercolo della Santa, durante la quale venivano condotti gli stendardi (`ntinna), aste molto lunghe e pesanti, tutte dorate, che persone competenti facevano passare da una mano all'altra, sulla fronte e sul mento con maestria". (Scuola Media Statale "G. Meli"- Immagini e Testimonianze del Nostro Passato pagg. 162/164). Attualmente la processione del fercolo della Santa si svolge il 4 Settembre e viene accompagnata da bande musicali; si conclude con i tradizionali giochi d'artificio. Per l'occasione, si svolge, inoltre, una fiera paesana in cui numerose bancarelle vendono giocattoli ed oggetti utili per la casa. Le vie principali del paese vengono addobbate con archi luminosi.

top


I monumenti


 

IL CASTELLO - CASTRUM TURRIS BIBONAE

Si trova nel centro urbano. Fu fondato nel XIV sec e ricostruito nello stesso secolo. La terra Bibone è annoverata in una lista di terre e castelli siciliani nel 1355. Nel 1359 la terra viene quasi totalmente distrutta da Francesco e Guido Ventimiglia e la torre fu così riedificata da Corrado. Dal 1363 al 1391 la famiglia Chiaramonte possiede Bivona che nel 1392 passa a Pietro Moncada. Nel 1397 Nicolò Peralta riceve la terra e il castello di Bivona che nel 1406 passa a Francesco Castellar e nel 1408 agli eredi di Nicolò Peralta. Nel 1558 la terra assume il titolo di Ducato. Il castello è di proprietà comunale e privata. I resti sono inglobati in strutture successive del XVI sec caratterizzate da una scarpa alla base dei muri. L'impianto planimetrico non è rilevabile. Il castello era inserito all'estremità nord-est del tessuto urbano medievale, nel punto più alto del sito per proteggere il casale preesistente.

top


LA CHIESA MADRE

La Matrice di Bivona originariamente era la Chiesa del Collegio dei Gesuiti edificata nel XVII sec. Nel 1781, sostituendo la vecchia Matrice Chiaramontana, divenne Chiesa Madre di Bivona. Il monumento presenta un impianto a navata unica con cappelle laterali in stile barocco. La decorazione interna mostra stucchi in oro zecchino su fondo bianco. All'interno sono presenti tele del Seicento, l'altare delle reliquie, detto anche "degli specchi" (1727) e pregevoli opere d'arte provenienti dall'antica Matrice: la MaterSalvatoris di scuola gaginesca a cui è dedicata la chiesa; il Crocifisso Nero del secolo XVI; il fonte battesimale del XIV sec.

top


ANTICA MATRICE

Fatta edificare, nella seconda metà del XIV sec., per volere della Chiaramonte presenta il portale in stile gotico chiaramontano con alcuni stemmi inseriti nel prospetto.

top

Hotel nella Valle dei Templi di Agrigento
 
Home
Le guide turistiche
Le visite guidate
Da sapere
Info
Eventi
L'album
Dicono di noi
Le Guide in Italia
Le Guide nel mondo
Partners
Contact

Agrigento

Prenotate una visita guidata della Valle dei Templi con le guide turistiche di Agrigento. Con noi è tutta un'altra storia. Le guide turistiche di questo sito sono abilitate dalla Regione Sicilia. Escursioni turistiche a Bivonacon le guide turistiche di Agrigento

Itinerari turistici ad Agrigento

Itinerari turisti personalizzati ed escursioni nell'entroterra di Agrigento. I comuni della provincia di Agrigento da scoprire con le guide turistiche